Pro Loco Spormaggiore APS

Altopiano della Paganella

appuntamenti

ESTATE/SUMMER 2019

MALGA SPORA

TEMPORANEAMENTE CHIUSA

 TEMPORARILY CLOSED

Malga SporaCausa inagibilità del sentiero per la tempesta Vaia / because of no practicability of the pathway after the Vaia Storm

TESSERAMENTO 2019 APERTO

tessera socio pro loco 2019 fronteTanti vantaggi per te...

logo proloco SpormaggiorePro Loco
Spormaggiore APS

piazza Fiera 1, 38010
Spormaggiore

P.IVA  01489570224
CF 98002170227
COD.CONTATTO: KRRH6B9

Tel. 0461 653637
Cel. +39 389 6287484

E-mail: info@prolocospormaggiore.tn.it

IBAN :
IT46H0813935520000001101174

 

Accesso

logo viglili

Piazza Fiera,1 - 38010 Spormaggiore (TN) Italy

 

COMANDANTE: Malfatti Walter
Tel. 0461 653397

E-mail : Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!
Web Site. : servizio.vvftrento.it

Informazioni come adottare il sistema di allertamento immediato ed efficace.

 

Storia

Anno di fondazione - 1899,nato verso la fine del secolo scorso nel trentino a difesa della comunità civile per prevenire gli incendi, intervenire nelle operazioni di spegnimento, soccorrendo le popolazioni disastrate in caso di sinistri di ogni tipo.
Il corpo dei pompieri locale, come riferiscono le cronache è nato, perché sollecitato e voluto dalla gente proprio a seguito di uno spaventoso incendio che ha danneggiato e distrutto una
parte consistente del paese. Rispetto ad altre località la sua nascita avveniva con qualche ritardo rispetto alla legge istitutiva di queste formazioni del 1881, che porta la forma dell’Imperatore d’Austria, Francesco Giuseppe.
Non si è mai capito perché.
Si sa solo che accanto al gruppo dei vigili del fuoco, l’allora amministrazione comunale si è dotata anche di un efficiente sistema di idranti collegati alla condotta che portava l’acqua dalla sorgente del Pian della Fontana lungo le vie del paese.
In occasione dell’inaugurazione del Corpo sarà attivata, per la prima volta anche la rete idrica comunale potabile e antincendio.
Alle pagine di lacrime ed anche di lutti saranno scritte in occasione gli altri eventi incendiari nel 1906, nel1910, nel 1938.
Interi rioni sono stati ridotti ad un cumulo di macerie.
Lo zelo dei Vigili del Fuoco di Spormaggiore e dei paesi limitrofi viene citato quasi in termini eroici dai vari cronisti del tempo.
Hanno sempre rischiato la loro vita per portare in salvo le persone ed i beni.
A testimoniare gli eventi calamitosi ci sono ancora oggi dei grandi affreschi sulle facciate delle abitazioni vicine alla Fontana “granda” e sull’ex casa Malfatti (Zildi).
Altri incidenti minori sono stati domati in tempo.
Sono numerosi e si disperdono negli anni, sono cancellati anche dalla memoria.
Dei roghi si può anche dimenticare anche perché a tener desta la prudenza e le misure di prevenzione contro ogni tipo di rischio pubblico e privato ci sono i pompieri, oggi ben attrezzati, operanti 24 ore su 24.

 

Dal giornale
“LA VOCE CATTOLICA”
del 24 luglio 1899
Spormaggiore, 24 luglio.

Idranti. Un corpo pompieri. L’anno scorso fu qui eseguita un opera provvida, il nuovo condotto d’acqua potabile per mezzo di tubi di ferro i quali ricevono l’acqua da un serbatoio capace di 1000 ettolitri. Trovandosi detto serbatoio ad una altezza considerevole sopra il paese, si rese facile l’attuazione degli idranti per gli incendi. Sono in tutto 7 e spingono l’acqua dal getto della manica a 20 o 25 metri di altezza. Disgrazia volle che non molto dopo compiuto il condotto si rendesse necessaria l’operazione d’un idrante per un principio di incendio. Nel trambusto si corse da Erode a Pilato per avere la chiave degli idranti, le maniche, il getto; non si sapeva dove fossero; tanto che il fuoco avrebbe potuto avanzarsi allegramente. Mancava il corpo pompieri, dai quali soli si può sperare un regolare esercizio della potente forza d’acqua che abbiamo se succede un incendio. Se prima non si parlava di pompieri, dopo il caso ammaestratore si cominciò a gridare unitamente; i pompieri! i pompieri! Ed ora gli abbiamo. Sono in tutto 26. Ne è ispettore il sig. Achille Onestinghel e vice ispettore il dottor Ettore Paolazzi. Ieri, domenica, vi fu l’inaugurazione e fu data promessa di fedeltà e ubbidienza. Intervennero i pompieri di Mezzolombardo, ospiti graditi, come diceva un saluto che si leggeva su d’un arco, con la banda, la quale si produsse con diversi pezzi sulla piazza avanti a casa Onestinghel. L’inno a Trento del bravo maestro sig. Rossi fu suonato bene e fu ripetuto alcune volte, perché così domandava la folla con insistenti bis e con calorosi battimani. Fu una festa ben riuscita e decorosa anche perché sotto il vespro e la dottrina fu evitato ogni schiamazzo. Un evviva ai pompieri di Spormaggiore e che ci salvino, in caso di disgrazie, la vita e le sostanze!

 

Il 25 Luglio 1999 il Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Spormaggiore a festeggiato il 100° di Fondazione con Convegno Distrettuale

  • Web Traffic:
  • Today 135
  • |
  • Total 533989