Pro Loco di Spormaggiore

Altopiano della Paganella

L'area faunistica per orsi bruni (il cuore dell'attuale Parco Faunistico di Spormaggiore) è stata inaugurata nell'estate del 1994.
La creazione di quest'area è stata proposta sin dal 1991 dall'associazione Pro Loco di Spormaggiore; essa è stata voluta per richiamare il problema della sopravvivenza degli ultimi esemplari della specie ursina autoctoni allo stato naturale presenti nel solo territorio del comune di Spormaggiore e su tutto l'arco alpino.
OrsiNella primavera 1994, a seguito degli accordi tra i Comuni di Spormaggiore e di Trento e la Provincia Autonoma di Trento che ha finanziato e promosso gli interventi, sono iniziati i lavori, conclusi nell'autunno dello stesso anno.

Il motivo principale alla base del progetto era la volontà da parte della P.A.T di realizzare un habitat migliore per gli Orsi che si trovavano in preesistenti stati di cattività in Sardagna e Gocciadoro(Comune di Trento).

L'area naturalistica svolge inoltre le seguenti funzioni:

  • Funzione turistico-ricreativa L'area è ideale per una passeggiata in un ambiente del tutto naturale e l'osservazione di alcuni esemplari d'orso bruno nel loro tipico habitat naturale;
  • Funzione didattica Il complesso è annesso al Centro Visitatori del Parco Naturale Adamello Brenta esistente presso il palazzo "Corte Franca" di Spormaggiore.
    Tale centro tratta esaurientemente il tema della presenza e della conservazione dell'orso nel Parco e nel Trentino in generale;
  • Funzione scientifica Data la sua estensione, e le sue caratteristiche ambientali, l'area faunistica permette lo svolgimento di studi su alcune caratteristiche comportamentali dell'orso;
  • Funzione conservativa Ha lo scopo di permettere l'esistenza, in buone condizioni ambientali e sanitarie, degli orsi tenuti in penoso stato di cattività.

L'area faunistica si trova alla periferia di Spormaggiore in località Albarè-Plan della Fontana ed è stata realizzata delimitando con una recinzione,sia in muratura che in rete metallica,parte del bosco preesistente. Numerose piante di grosse dimensioni come faggi,abeti rossi e larici, zone cespugliate alternate a zone aperte e un piccolo ruscello con pozze e cascatelle ben ricreano l'ambiente tipico dell'orso.http://www.parcofaunistico.tn.it/parco-faunistico/mappa

Il complesso, che si estende per circa 7000 metri quadrati, è dotato di quattro tane artificiali utilizzate dagli orsi per il ricovero giornaliero e lo svernamento. Dal 1994 ad oggi sono stati ospitati diversi orsi provenienti da vari giardini zoologici, attualmente sono presenti due orsi, le due femmine (gemelle) nate presso il recinto di San Romedio nel 1996 di nome "Cleo e Cora "; mentre la terza femmina proveniente da Sardagna (TN) nata nel 1966 di nome "Bel"è purtroppo morta nell'agosto del 2015 alla "veneranda età" di quasi 50 anni.

lupe2Negli ultimi anni il complesso è stato ampliato per poter ospitare altre specie tipiche della fauna alpina, entrando nel 2013 a far parte dell'Unione Italiana degli Zoo e degli Acquari (UIZA): oggi il visitatore ha la possibilità di vedere alcuni esemplari di lupo (canis lupus), uno dei più grandi carnivori autoctoni delle Alpi. Questo all'interno di un'area a loro destinata di 3500 metri quadrati di bosco. Ancora, è possibile ammirare degli esemplari di gufo reale in una voliera di circa 30 metri quadrati e il gatto selvatico. Gli ultimi inserimenti hanno riguardato la presenza della volpe e soprattutto di tre linci, in un'area con postazioni strategiche in cui è possibile ammirarle in tutto il loro fascino. Di prossima introduzione ci sarà la lontra.

Oltre ai carnivori alpini, per i bambini (ma non solo) è poi possibile entrare in contatto all'interno di una fattoria didatica con i classici animali domestici da cortile quali le caprette, i conigli, le galline, le faraone, i pavoni ed i pony...per poi divertirsi nell'area giochi o riposarsi al punto di ristoro.

Visitate il sito http://www.parcofaunistico.tn.it per maggiori dettagli e organizzare la vostra visita da aprile a ottobre e eccezionalmente anche durante il periodo natalizio (quando però l'orso naturalmente non si potrà vedere poichè in letargo)

In estate la strada verso il parco viene chiusa: in quel caso è previsto un servizio navetta gratuito dalla piazza della Chiesa e dal parcheggio presente a salire a destra, lungo la nazionale. Se soggiornate presso strutture del nostro comune, verificate eventuali convenzioni sul prezzo del biglietto d'ingresso. Biglietto che comprende anche la visita della "casa del Parco Orso" situata a Spormaggiore presso il palazzo Corte Franca...oltre, infine, a permettervi un accesso ridotto in convenzione al poco lontano Castel Thun, a Vigo di Ton!

 

Di seguito un video de "Il Trentino dei bambini" dove vi viene presentato cosa troverete dai responsabili del parco!

 

 

Per ulteriori informazioni e prenotazione per visite guidate al Parco Faunistico di Spormaggiore: Tel. Mobile : +39 340 6575780 / Fisso : +39 0461 653622 (Casa Parco Orso)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NOTA: maggiori informazioni relative all'orso bruno, ed alla sua reintegrazione nell'ambiente Trentino sono disponibili sul sito della provincia di Trento a questo indirizzo: Servizio Foreste e Fauna ( Ufficio Faunistico) : L' orso bruno

appuntamenti

corsi autunno 2016

logo proloco SpormaggiorePro Loco Spormaggiore

piazza Fiera 1, 38010 Spormaggiore

P.IVA  01489570224

CF 98002170227

Tel. 0461 653637
E-mail

info@prolocospormaggiore.tn.it

IBAN :

IT46H0813935520000001101174

 

attrezzatura

  • Web Traffic:
  • Today 256
  • |
  • Total 105905